Le novità in materia di IRPEF

Focus “Legge di Bilancio 2022”: le novità in materia di IRPEF

 

Le novità in materia di IRPEF contenute nella “legge di bilancio 2022” che interessano gli Agenti e Rappresentanti di Commercio riguardano:

  • la rimodulazione delle aliquote e degli scaglioni di reddito imponibile,
  • la modifica delle detrazioni d’imposta.

Le nuove disposizioni in materia di IRPEF contenute nella “legge di bilancio 2022” entrano in vigore il 01 gennaio 2022; le novità si applicano, quindi, a decorrere dal periodo d’imposta 2022.

Ricordiamo che l’imposta sul reddito delle persone fisiche IRPEF si applica sui redditi che rientrano in alcune categorie individuate dalla legge ed è una imposta progressiva, in quanto colpisce il reddito con aliquote che dipendono dagli scaglioni di reddito. Il reddito imponibile e l’imposta da versare sono determinati, rispettivamente, al netto degli oneri deducibili e delle detrazioni per oneri.

 

Aliquote e scaglioni IRPEF

Le nuove aliquote applicabili ai nuovi scaglioni di reddito, a decorrere dal 01 gennaio 2022, sono le seguenti:

 

  • fino a 15.000 euro, 23%;
  • oltre 15.000 e fino a 28.000 euro, 25%;
  • oltre 28.000 e fino a 50.000 euro, 35%;
  • oltre 50.000 euro, 43%.

 

Nella tabella seguente si riporta, in forma schematica, il confronto tra il sistema di aliquote e scaglioni IRPEF previgenti e il sistema introdotto dalla legge di bilancio in esame:

 

RedditoAliquote

fino al 31 dicembre 2021

Aliquote

dal 1° gennaio 2022

fino a 15.000 euro23%23%
da 15.001 euro a 28.000 euro27%25%
da 28.001 euro a 50.000 euro38%35%
da 50.001 a 55.000 euro38%43%
da 55.001 euro a 75.000 euro41%43%

 

 

Le nuove detrazioni IRPEF

Le detrazioni per redditi di lavoro autonomo e di impresa minore, a decorrere dal 01 gennaio 2022, sono modificate nel modo seguente:

 

  • 265 euro se il reddito complessivo non supera 5.500 euro;
  • 500 euro, aumentata del prodotto fra 765 euro e l’importo corrispondente al rapporto fra 28.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e 22.500 euro, se l’ammontare del reddito complessivo è superiore a 5.500 euro, ma non a 28.000 euro;
  • 500 euro, se il reddito complessivo è superiore a 28.000 ma non a 50.000 euro. La detrazione spetta per la parte corrispondente al rapporto tra l’importo di 50.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e l’importo di 22.000 euro.

 

La detrazione per tali redditi è aumentata di un importo pari a 50 euro, se il reddito complessivo è superiore a 11.000 euro ma non a 17.000 euro.

 

 

 

CLICCARE QUI per visualizzare la Legge di bilancio 2022 pubblicata su Gazzetta Ufficiale

 

La Segreteria rimane a disposizione per maggiori informazioni e supporto agli associati.