fbpx

Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio

Ultime notizie:

GLI AGENTI DI COMMERCIO E IL SETTORE DEL CREDITO

 

Intervista a Andrea Pizzi, membro di giunta di FNAARC

 

«Il mercato del credito alla persona ha subito una battuta d’arresto nel primo semestre 2020, ma, già nella seconda parte dell’anno, e ancor di più nei primi mesi del 2021, è partito un trend positivo che ha consentito di riassorbire quasi tutta la perdita. La pandemia, in sostanza, ha traslato in avanti le normali dinamiche del mercato». La situazione in cui si trovano ad operare gli Agenti di commercio nel settore creditizio è ben riassunta da Andrea Pizzi, membro di giunta di FNAARC, Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio, l’istituzione maggiormente rappresentativa della categoria, aderente a Confcommercio.

«L’accensione di nuovi mutui, crediti personali e cessioni del quinto è oggi fortemente condizionata dalle prospettive del mercato del lavoro, dove regna l’incertezza sul rinnovo della sospensione del blocco dei licenziamenti e la scadenza degli ammortizzatori sociali: il timore generale è che le aziende siano propense a ristrutturare. In questa situazione, spesso il sostegno economico arriva dalle famiglie di origine, genitori e nonni, che, oltre a fare da garanti, subentrano nel dedito di figli e nipoti accedendo a loro volta a un finanziamento». Chi ha un reddito fisso e stabile, chi è titolare di una pensione, diventa dunque un sostegno imprescindibile per chi rischia di uscire dal mercato del lavoro, e gli agenti in attività finanziaria ed i mediatori creditizi possono cogliere nuove e diverse opportunità. Il tutto, certo, affrontando grandi limitazioni alla possibilità di incontro con i clienti, che possono essere ora ricevuti solo su appuntamento e sempre in presenza: «Si tratta di una condizione imprescindibile per noi – continua Pizzi – perché dobbiamo parlare con le persone, comprenderne le esigenze, raccogliere i dati, controllare la documentazione e far sottoscrivere in presenza i contratti. Inoltre, le banche, le “mandanti” di questo settore, non si sono fatte trovare pronte alla sfida dello smart working: la gestione di una situazione così articolata ed improvvisa ha causato rallentamenti, incertezze, lungaggini burocratiche non di poco conto».

 

Le prospettive per i prossimi mesi sono comunque interessanti, soprattutto per chi ha capacità di adattamento e una solida esperienza alle spalle, «il tutto a patto di tornare ad avere rapidamente qualche certezza: nella lotta alla pandemia preferiamo affrontare provvedimenti draconiani ma definitivi». Pizzi ricorda inoltre quanto sia importante per il futuro della professione dimostrare lungimiranza, guardando ai giovani e alla possibilità di incentivarne, soprattutto attraverso sgravi contributivi, l’ingresso nel mondo degli Agenti di commercio.

Link utili

Enasarco ConfCommercio

F.N.A.A.R.C. - Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio
Corso Venezia, 51 - 20121 Milano
tel. +39 (02) 76 45 191   fax +39 (02) 76 00 84 93
Codice Fiscale 80057310155 - Privacy - Cookies Policy