fbpx

Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio

Ultime notizie:

 

FNAARC-Confcommercio attacca: "A14, ormai è un incubo"

 

 

 

"Un incubo". Così la Confcommercio picena ha definito la viabilità sul tratto piceno dell’autostrada A14. Dopo la lettera di Confindustria Centro Adriatico al ministro delle infrastrutture, Paola De Micheli, ecco il grido di allarme di un’altra associazione di categoria che rappresenta una fetta di imprenditori molto importante del territorio piceno. Il presidente provinciale di Confcommercio, Fausto Calabresi, non ha usato giri di parole per spiegare quali sono i riflessi sull’economia locale del caos che a cadenze regolari si materializza su un tratto adriatico dell’A14. "La situazione assurda, insostenibile, che ogni giorno gli automobilisti vivono nel percorrere il tratto piceno dell’autostrada A14 grava fortemente sull’intera economia provinciale. Nell’imminente stagione turistica – ha spiegato Calabresi – la difficoltà negli spostamenti automobilistici lungo questa importante arteria rappresenta una pesante spada di Damocle sulla testa dei numerosi imprenditori del settore che cercano di riprendersi dopo la batosta del Covid-19, confidando specialmente su clienti italiani che in genere si spostano con mezzi privati".

Il settore che preoccupa maggiormente, anche in considerazione del periodo, è quello turistico-ricettivo, che porta con sé anche tutto ciò che ruota intorno alla ristorazione e al commercio: con i collegamenti sempre più complicati, ecco che qualche vacanziero potrebbe scegliere di trascorrere altrove le proprie ferie. In un momento così particolare e complicato, si tratterebbe di potenziali perdite di clienti difficili da sostenere. Da queste considerazioni è nato l’appello del presidente Calabresi, che ha voluto rivolgersi a tutte le autorità amministrative di governo del territorio e ai rappresentanti politici, con la richiesta di "intervenire al più presto, nonostante sia passato più di un anno dall’inizio della crisi viaria".

Un grido di aiuto che fa il paio con quello di Tullio Luciani, presidente provinciale e consigliere nazionale Fnaarc (federazione nazionale associazioni agenti e rappresentanti di commercio), rappresentante di coloro che si trovano sulla strada ogni giorno per svolgere il proprio lavoro. Anche dagli agenti e rappresentanti di commercio, che come gli autotrasportatori basano sulle quattro ruote l’attività lavorativa, è arrivata la richiesta di fare qualcosa per risolvere quanto prima questa situazione: "Abbiamo riposto fiducia nelle passate dichiarazioni di impegno da parte di amministratori vari – ha detto Luciani – ma ad oggi nulla è cambiato e noi agenti di commercio continuiamo ad essere penalizzati. Arriveranno mai le soluzioni?".

 

(Fonte: Resto del Carlino.it articolo 1 luglio 2020)

Link utili

Enasarco ConfCommercio

F.N.A.A.R.C. - Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio
Corso Venezia, 51 - 20121 Milano
tel. +39 (02) 76 45 191   fax +39 (02) 76 00 84 93
Codice Fiscale 80057310155 - Privacy - Cookies Policy